Fare continuamente la guardia

Joan Cary Marzo 15, 2018
Un cane fiuta cali fatali del livello degli zuccheri nel sangue
Minnesota
USA

Ogni qualche mese il Lion del Minnesota Lu Ommen si ritrovava in compagnia del personale di un’ambulanza. Era andato in shock diabetico potenzialmente letale, con un livello di zuccheri nel sangue abbastanza basso da provocare un attacco epilettico.

Ma anche se gli operatori del servizio d’emergenza gli erano ormai diventati simpatici, Ommen non li vede da un po’. Per questo fatto ringrazia Gilbert e i Lions.

Gilbert, un labrador nero di 28 chili, quattro anni fa è diventato il compagno di Ommen, e sta con lui 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Dovunque Ommen vada, il campo da golf, la riunione del Lions Club Harmony di cui è ora presidente, il campo da pickleball, in chiesa o a letto, lì va anche il suo cane di servizio per il diabete.

Quando lo zucchero nel sangue di Ommen è troppo basso o troppo alto (sotto a 100 o sopra a 140), Gilbert lo avverte colpendolo leggermente con la zampa.

“Più il livello è sballato, più aggressivamente colpisce”, dice Ommen. “Se veramente è sballatissimo, può anche abbaiare”.

A volte, Gilbert ha avvertito anche i compagni diabetici di Ommen quando si trovava vicino a loro, cogliendo i segnali dal loro respiro e poi toccandoli con la zampa.

“Quello che fa, lo può fare a chiunque”, dice Ommen. “È un ottimo cane”.

Quando lo zucchero nel sangue di Ommen è troppo basso o troppo alto (sotto a 100 o sopra a 140), Gilbert lo avverte colpendolo leggermente con la zampa.

Gilbert, che ha 6 anni, è arrivato a Lu e Sue Ommen da Can Do Canines, un’associazione non a scopo di lucro sostenuta dai Lions ubicata fuori Minneapolis che, dal 1989, ha fornito gratuitamente oltre 600 cani di servizio a persone in Minnesota e nel vicino Wisconsin. È addestrato a controllare l’alito del suo compagno umano, notte e giorno.

Il Lion Alan Peters, il fondatore dell’organizzazione e il suo direttore esecutivo, spiega che il cambiamento dello zucchero nel sangue inizia nello stomaco della persona e crea un odore particolare nel suo alito. Anche se per gli uomini è impossibile rilevarlo, esso è riconoscibile dal naso sensibile di un cane addestrato.

Anche Peters è diabetico, e ha scoperto di esserlo offrendosi volontario per controllare il proprio sangue ad un evento Lions per lo screening del glucosio.

I cani come Gilbert non avevano precedenti quando lui ha avviato l’organizzazione, ma ora sono richiestissimi. Can Do Canines ha una lista d’attesa di 184 persone e ha affiancato 42 cani a persone diabetiche.

Gli altri cani, nel pool di oltre 600, fungono da assistenti per l’udito, per la mobilità, e da cani di servizio per l’epilessia e l’autismo.

Spesso le persone che più hanno bisogno di un cane di servizio sono quelle che non possono permetterselo, dice Peters. Ogni cane di servizio costa all’organizzazione circa USD 25.000 dalla nascita all’età di 2 anni, quando vengono generalmente affidati al nuovo proprietario; è qui che il supporto dei Lions del Multidistretto 5M ha aiutato.

I Lions del Minnesota hanno donato oltre USD 182.000 all’organizzazione durante l’anno Lions 2016-2017, afferma Peters.

“Sono il nostro maggiore sostenitore. Vediamo molto valore nei Lions, e non soltanto per il denaro. I Lions conoscono con maggiore probabilità i bisogni della propria comunità.”

Con USD 75.000 di donazioni dai singoli club e un contributo di USD 75.000 dalla Fondazione Lions Clubs International, Can Do Canines è stata in grado anche di aggiungere 10 canili alla propria struttura.

Gilbert forse si ricorda di quei canili quando fa visita, ma ora dorme vicino al letto di Ommen, svegliandosi responsabilmente la notte per controllare l’alito del suo compagno.

“Lo tengo sottocchio”, dice Ommen.

Se Gilbert parlasse, direbbe la stessa cosa.

Le più belle storie del mondo

Ogni mese la rivista LION pubblica delle storie emozionanti su come i Lions migliorano le condizioni di vita delle loro comunità e del mondo.

Leggi l’ultimo numero